Dolori addominali durante il ciclo

addominali

I dolori durante la fase del ciclo sono una costante per molte donne, e tante di queste si lamentano a ragione, per quelli legati all’addome che possono effettivamente compromettere anche giornate che altrimenti sarebbero serene.

Gli approcci per curare e alleviare i dolori addominali causati dalle mestruazioni possono essere di diverso tipo:

  • Naturali
  • Medicinali

In queste due accezioni cambia notevolmente l’approccio al problema oltre che la risoluzione dello stesso.

Dolori addominali e mestruali: i rimedi

Come detto possono essere di due tipi, quelli farmacologici o quelli naturali, magari di tipo erboristico. Molte donne scelgono il secondo approccio al fine di evitare gli effetti collaterali dei farmaci ovviamente però se i fastidi diventano dolori molto pesanti la terapia di tipo farmacologico anche con le sue controindicazioni, è da preferire all’approccio omeopatico. Quel tipo di dolore pressante all’addome viene definito con il nome scientifico di dismenorrea.

L’approccio farmacologico consiglia di impiegare farmaci analgesici e antinfiammatori di tipo non steroideo, farmaci che inibiscano la sintesi delle prostaglandine, che alla fine sono i principali responsabili del dolore, perché come abbiamo detto, in questo caso non si tratta di fastidi ma di dolori localizzati veri e propri.

Può darsi però che vi siano donne allergiche ai principi che si trovano negli antibiotici, in questo caso se vorranno adottare comunque una terapia e un approccio farmacologico queste donne potranno assumere del paracetamolo o dei farmaci equivalenti a quest’ultimo.

Infine rimanendo sui farmaci molte donne scelgono anche la pillola anticoncezionale per contrastare i dolori di tipo addominale come quelli causati dalla dismenorrea.

Approccio non farmacologico

Si sostiene però che la dismenorrea possa essere curata anche attraverso cure di tipo omeopatico.

Ci si può infatti aiutare attraverso l’impiego di Natrum, Sepia e Pulsatilla; o con la Magnesia phosphorica che va ad incidere – senza controindicazioni di sorta – sugli spasmi interni ed è consigliata alle donne che hanno abbondante energia e praticano sport.

Altri rimedi erboristici sono quelli forniti dall’Actaea racemosa e dal Veartrum che vengono consigliati per le donne che possono rigettare durante la fase del ciclo mestruale, anche per coloro che accusano svenimenti e sudore freddo queste parti della natura agiscono per alleviare tali condizioni davvero fastidiose e invalidanti per la vita di tutti i giorni.

Gli approcci alternativi alla medicina farmacologica sono però anche molti altri, e tra questi si trovano anche quelli di tipo olistico definiti tali perché richiedono una serie di pratiche tra cui spicca quella del riconoscimento di un rapporto tra causa ed effetto basato però su un tipo di approccio che viene giustamente definito come interdisciplinare e filosofico anche.

Tra queste discipline ci sono anche approcci di tipo esoterico e magico, come ad esempio quelli legati alla visualizzazione e alla trasformazione del dolore per mezzo di quest’ultima. Anche un approccio meditativo tende a voler riconoscere il problema del fastidio e ad affrontarlo attraverso il rilassamento e una fase di superamento data proprio dalla meditazione stessa. Ma come detto i metodi di tipo olistico sono centinaia e secondo alcuni molti di questi funzionerebbero mentre altri sono da considerarsi vacui e inutili.