Le caramelle possono far dimagrire?

Le caramelle sono uno di quegli sfizi ai quali non riusciamo a rinunciare pur sapendo che dobbiamo mangiarle con moderazione. Scopriamo invece che -appunto se mangiate con moderazione – possono addirittura fare bene! E’ uscito a tal proposito uno studio condotto dai medici della Louisiana State University Agricultural Center che inquadra le caramelle come un alimento che può aiutare le persone a perdere peso. Questo studio e anche altri dicono che non solo le caramelle non fanno male ma addirittura sotto alcuni accorgimenti necessari, fanno dimagrire. Questi studi dicono che anche il cioccolato e i dolciumi in generale avrebbero questo potere. Questa ricerca è stata effettuata su 5 mila adulti di entrambi i sessi che facevano parte del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), e dallo studio condotto su questo campione è emerso che chi mangiava dolciumi con moderazione risultava essere più magro con un indice di massa grassa più basso. In sostanza è emerso che i dolci aiutano a tenere il peso sotto controllo partecipando ad un processo specifico che è quello della gestione ottimale dell’apporto calorico giornaliero necessario. Volendo fare un esempio possiamo dire che l’assunzione moderata e sporadica è un gioco che facciamo al nostro cervello. Se ad esempio invece di mangiare un tramezzino mangiamo una caramella o un pasticcino sostanzialmente ciò è un imput che forniamo al cervello e che contribuisce al dimagrimento.

Pensiamo anche alla gomma americana. Questa tiene impiegata la bocca nella masticazione ed è questo un modo per consumare meno cibi in effetti quindi anche il chewingum potenzialmente può servire allo scopo.

 

Dicevamo che si tratta di gabbare il cervello ebbene quest’ultimo quando mastichiamo qualcosa riceve un imput che è di fatto il messaggio relativo alla nutrizione anche se poi questa non c’è di fatto quando parliamo di un unica caramella o della gomma americana.

Oltre all’imput verso il nostro cervello si mette in moto anche l’rganismo come sappiamo e se mangiamo una caramella inizia comunque un processo digestivo che ovviamente avrà una durata minima ma aiuterà comunque a ridurre il senso di fame.

Alla fine del ragionamento fatto si comprende – ancora una volta – che ciò che fa ingrassare non è di per se il consumo di calorie ma lo smaltimento delle stesse e l’eccesso di assunzione. Quindi se si mangia una caramella ogni 5 giorni questa certamente non farà del male al nostro organismo sal punto di vista delle calorie, ma se mangiamo un pacchetto di caramelle ogni tre giorni e poi ci stendiamo sul divano allora lì rischiamo di veder lievitare la massa grassa perché l’assunzione – eccessiva – di calorie non corrisponde ad uno smaltimento successivo. Ciò che porta a pensare questo studio e la teoria che ne emerge oltre al fattore del limitato consumo è che in alcune tipologie di dolciumi e caramelle non vi è alcun apporto positivo per l’organismo di specifiche sostanze contenute in esse che poi assumiamo, ecco perché è sempre bene sapere cosa stiamo mangiando che si tratti di una pizza o di una caramella, leggete quindi sempre le etichette.