Malva Silvestre, una pianta dalle 1000 vitù

La Malva dai tempi antichi è considerata una pianta dalle innumerevoli qualità curative. Nel 1500 era chiamata omnimorba che tradotto significa rimedio per tutti i mali e anche nel presente nelle erboristerie è tra le piante più vendute.

La Malva sin dai tempi antichi viene considerata una pianta dalle innumerevoli qualità curative. Nel 1500 veniva definita come omnimorba che tradotto significa rimedio valido per tutti i mali e anche nel presente nelle erboristerie è tra le piante più vendute.

L’impiego di questa pianta curativa è ampio e volenbdolo schematizzare lo facciamo come segue:

In Infuso&Decotto

In questo caso la Malva Silvestris – nome scientifico – è valida per combattere le irritazioni del cavo orale e per calmare i dolori di stomaco oltre ad essere un ottimo lassativo naturale. Anche in caso di tosse e catarro è un rimedio raccomandato. In quest’ultimo utilizzo è facile ricordare le nostre nonne che facendo un giro nei campi raccoglievano questa pianta che cresce spontanea e poi prendevano i loro pentolini con l’acqua calda e vi inserivano la malva. Il sapore è acre.

malva_silvestris_sturm63-original

In infuso la Malva può essere applicata sugli occhi in caso di congiuntiviti e infiammazioni.

E’ anche un emolliente naturale e svolge un azione idratante se versato in acqua durante il bagno.

Per le pelli arrosate consigliamo dei risciacqui sempre con la Malva

Le Proprietà della pianta

La Malva contiene:

  • mucillagini
  • antociani
  • potassio
  • ossalato di calcio
  • vitamine A,C,E e del gruppo B
  • pectina
  • tannini

Svolge un azione: calmante, emolliente e lassativa come abbiamo detto.

Quali sono le parti della pianta che si possono utilizzare

La Malva è una di quelle piante dalle quali si possono prendere sia le foglie che i fiori. Si può opportunamente essiccare all’aria aperta o in una zona buia.

Una pianta meravigliosa e perenne…

Come dal titolo del paragrafo, la Malva è una pianta spontanea perenne della famiglia delle Malvacee caratterizzata da steli cilindrici e da un fiore il cui colore oscilla tra il viola e il rosa, ha delle splendide venature viola all’interno e va anche detto che le sue radici svolgono un azione antidolorifica e analgesica. Una pianta dalle mille virtù che nel passato veniva largamente impiegata per tutte queste sue proprietà. Come dicevamo è una pianta che cresce spontanea e la si può reperire con estrema facilità nella zona mediterranea fino a quella submontana. La si trova nei prati, vicino ai ruderi, lungo le strade e nei campi.

Rocco Scotellaro scriveva:E’ rimasto l’odore

della tua carne nel mio letto

E’ calda così la malva

che ci teniamo ad essiccare

per i dolori dell’inverno.

Questa poesia è tratta da: E’ fatto giorno, Mondadori del 1954.
La pianta di Malva ha ispirato anche frasi e aforismi per la sua bellezza e per le sue azioni di contrasto alle malattie stagionali e non solo. Nel caso di specie si parla dell’inverno certo ma questa pianta è anche bella da contemplare, e capiamo perfettamente la ragione di una dedica in strofa. Per il nostro sito non potevamo non tenerla in considerazione delle sue molteplici virtù medicamentose che la collocano certamente ai primi posti per diverse azioni svolte attraverso semplici infusi e decotti.

La natura ci regala bellezza, salute, benessere emotivo e spirituale, ascoltarla è un nostro dovere.

Anonimo.