Viaggio nella dolcezza, caramelle zuccheri e dolci

Per questo articolo vogliamo letteralmente fare un salto a piedi pari nella squisitezza e nella dolcezza come da titolo e lo faremo parlandovi di prodotti dolciari, caramelle vecchie – storiche – e nuove per la delizia di tutti i palati andando a fare una classifica senza numeri e senza posizioni preferenziali perché – come è ovvio che sia – ognuna-o ha i suoi gusti e alla gola spesso non si resiste.

Partiremo dalle grandi marche e dalle caramelle sfuse o in confezioni grandi per poi fornirvi una chicca con la ricetta per le caramelle mou da fare in casa.

Partiamo da un prodotto statunitense che pian piano ha conquistato però un posto di rilievo tra le caramelle. Parliamo delle famose Jelly Beans così definite per la loro forma a fagiolo.


Queste caramelle nascono nel 1976 quando l’idea venne ad un giovane produttore che fece nascere i primi 8 gusti – ad oggi sono 50 – rispettivamente con aromi naturali:

  • ciliegia
  • limone

  • panna

  • mandarino

  • mela verde

  • root beer

  • uva

  • liquirizia

Le conosciamo tutte-i e molti di noi non hanno indugiato nell’accompagnare le loro giornate con queste deliziose caramelline in gelatina.

Adesso passiamo a tutt’altro genere di caramella dal marchio sicuramente più conosciuto nel nostro paese, parliamo delle mitiche Golia le liquirizie più buone del mondo per qualcuno incartate a farfallina. Anche in questo caso ci si fa indurre in tentazione da queste caramelline e molte persone comprandole in pacchetti le scarta e le ripone in un apposito barattolo per facilitarne la presa…


In questa classifica-non classifica non potevamo mancare di citare anche le buonissime Polo, il buco con la menta intorno.

Sapete che questa caramella è la più venduta nel Regno Unito? E ci crediamo visto che apprezziamo anche noi dagli anni 50 le caramelle con buco che all’inizio non avevano questa forma e anzi erano molto più regolari, poi un designer ha avuto la pensata che le ha consegnate alla storia. Ciò avvenne nel 1955 ma le caramelle sono del 1948 attualmente a marca Nestlè.


E come anticipato siamo arrivate dopo questo tortuoso percorso alle caramelle mou e alla ricetta per farle al comodo della vostra cucina.

Gli ingredienti necessari:

  • 250 g di zucchero
  • 100 g di panna liquida a temperatura ambiente

  • 1 bustina di vanillina

Preparazione:

Dapprima bisogna far sciogliere lo zucchero in un pentolino a fiamma bassa senza mescolare ma scuotendolo quando occorre, fare ciò fin quando il composto non assume il classico colore ambrato.

A questo punto dovrete versare all’interno del pentolino la panna liquida assieme alla vanillina e stavolta mescolate con una spatola in legno fino ad amalgamare il composto.

Una volta che l’amalgama risulta tale versate il tutto in uno stampo di forma quadrata che può essere di 20X20 o 30X30 ricoprendo con la carta da forno.

Più pratico sarebbe versare all’interno di stampini di forma quadrata o rettangolare ma non tutti hanno questo componente quindi poco male se dovrete tagliate successivamente le caramelle.

La lastra mou dovrà restare al riposo per circa due ore a questo punto e solo dopo procederete al taglio. Avrete così ottenuto – con pochi semplici passi e pochi ingredienti – una caramella dolcissima da offrire ai vostri ospiti o da papparvi!